L’ultima notte di Correggio alla Camera di San Paolo

06 ottobre 2017

La Camera di San Paolo torna protagonista, questa volta in un cortometraggio d’autore. Un innovativo progetto di promozione culturale e turistica, ottenuto grazie all’impegno concreto di “Parma, io ci sto!” che ha sostenuto e promosso la realizzazione de “L’ultima notte”, il cortometraggio scritto e diretto dal regista Irish Braschi. Una nuova tappa del percorso di valorizzazione di questo capolavoro del Rinascimento italiano, in collaborazione con il Polo Museale dell’Emilia Romagna e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Parma e Piacenza, con il coordinamento di Francesca Magri e la consulenza scientifica di Elisabetta Fadda.

Prodotto da Capitale Cultura Group, il cortometraggio è interamente ambientato nella stanza affrescata da Correggio tra il 1518 e 1519, e vede due volti emergenti del cinema e della televisione italiani, Massimiliano Davoli e Cristiana Vaccaro, nelle vesti rispettivamente dell’artista e della committente, la Badessa Giovanna da Piacenza.

Il cortometraggio sarà presentato al pubblico il 5 ottobre 2017, a Parma, alle ore 11, nel refettorio della Camera di San Paolo. In seguito all’evento di inaugurazione, il filmato sarà proiettato all'interno della stessa sala, accompagnando il visitatore in un percorso emozionante e consapevole alla scoperta dell'unicità e della straordinaria complessità del ciclo pittorico. La risonanza e la circolazione a livello nazionale del corto saranno garantiti dalla partnership con media, istituzioni e circuiti cinematografici.

“La camera dell’appartamento della Badessa in San Paolo è un’opera d’arte straordinaria che può diventare un importante strumento di promozione turistica per la nostra città; per questo “Parma, io ci sto!” ha deciso di sostenerne il progetto di valorizzazione: la nuova illuminazione, il corto d’autore, elemento “inconsueto” anche per tipologia, e infine la pubblicazione di un volume di ricerca storico-artistica. Tutto ciò per far sì che questo luogo possa accogliere un numero sempre più alto di visitatori” – afferma Alessandro Chiesi, Presidente dell’Associazione.

 “Il cortometraggio con cui “Parma, io ci sto!” ha voluto celebrare il Correggio è un esempio emblematico di come i nuovi linguaggi cinematografici possano mettersi al servizio della grande arte del passato, stimolando l’interesse del pubblico e fornendo nuove possibili chiavi di lettura. Il progetto rappresenta un ulteriore passo verso una piena valorizzazione di un luogo icona della città di Parma e per l’intero Rinascimento padano”, osserva Mario Scalini, Direttore del Polo Museale dell’Emilia-Romagna.

“L’Ultima notte è il racconto della creazione di una delle più importanti opere d’arte italiane, la Camera di San Paolo, un omaggio ad Antonio Allegri detto il Correggio, che ha segnato col suo talento e la sua creatività la città di Parma e il Rinascimento - afferma il regista, Irish Braschi: la storia di un artista unico, ma anche un uomo, con le sue debolezze, le sue fragilità, che vive in maniera conflittuale la propria arte e la propria opera. Un uomo libero, innovatore come la sua opera che ancora oggi tutti possono ammirare.”

Il progetto gode del patrocinio del Touring Club Italiano, che già collabora con i propri volontari all’apertura della Camera di San Paolo e contribuirà alla diffusione del cortometraggio attraverso i propri canali di comunicazione.

Relazioni con i media:
Capitale Cultura Group
Elena Puliti
Tel. +39 045 2376168
Mob. +39 339 679453
elena.puliti@capitalecultura.com


SCHEDA TECNICA L’Ultima Notte
Un progetto “Parma, io ci sto!

Una produzione Capitale Cultura Group.
Durata: 7’.
Regia: Irish Braschi
Sceneggiatura: Irish Braschi
Protagonisti: Massimiliano Davoli, Cristiana Vaccaro
Ideazione progetto: Francesca Magri
Produzione esecutiva: Antonio Scuderi
Coordinamento produzione: Andrea Sartori, Monica Torinese
Coordinamento per “Parma, io ci sto!”: Giovanna Usvardi e Giovanni Pellegri
Fotografia: Daniele Poli
Montaggio: Marco Guelfi
Musiche originali: Alessandro Moro
Scenografia: Sarah Bernini
Consulenza storico artistica: Elisabetta Fadda
In collaborazione con:
Polo Museale dell’Emilia Romagna, dirigente Mario Scalini
Si ringraziano: Olimpia Barbieri Gentili Calcagnini, direttore Camera di San Paolo e Antica Spezieria di San Giovanni; Gabriella Biasoli funzionario comunicazione; il personale di guardiania della Camera di San Paolo.
Fondazione Teatro Regio di Parma
Mercure Hotel Stendhal, Parma

Ristorante Angiol d’Oro, Parma
Arte Scenica, Reggio Emilia.

 

IL SOGGETTO
Il silenzio della notte. Il silenzio dopo la tempesta. Emotiva. Creativa.

Antonio è lì, in piedi al centro della stanza, immerso nella sua creazione, nel suo dipinto: quegli angioletti che fanno capolino dalle finestre gli sembrano vivi, animati; li sente parlottare, ridere, giocare. Sono passati quasi diciotto mesi da quanto la badessa Giovanna da Piacenza gli ha commissionato quel lavoro: affrescare il soffitto a volte di una delle stanze del suo convento a Parma. Un tempo che Antonio Allegri detto il Correggio ha vissuto in maniera forte, intensa. Un coinvolgimento decisamente inaspettato. Pensava che quella opera fosse un lavoro come tanti altri, ma invece si sbagliava: quell’esperienza artistica ha lasciato qualcosa di nuovo dentro di lui. Se ne rende conto quella notte, l’ultima notte prima della consegna alla badessa dell’opera. L’ultima notte prima di staccarsi per sempre da quella sua creazione.

IL REGISTA

Irish Braschi
reg.jpg

Regista e sceneggiatore, vincitore del Premio Grinzane Cavour “Scrivere il Cinema”, si è formato all’interno del Master di specializzazione per sceneggiatori della Rai. Dopo aver collaborato con diversi autori di cinema e pubblicità, tra i quali Paolo Virzì, Bill Fertik, Bosi & Sironi, David Kellog, Francesco Nuti, Lino Capolicchio, Ivan Cotroneo e Stefano Bises, ha intrapreso un autonomo percorso artistico nell’ambito del cinema e della televisione. Autore di documentari e docu-fiction, di pubblicità per Mediaset, di sitcom e serie televisive, di format televisivi, di cortometraggi e videoclip musicali, si è occupato a lungo di teatro ragazzi e letteratura per l’infanzia. Tra i suoi lavori: il documentario I Believe in Miracles, che vede come protagonista Spike Lee e le musiche del Premio Oscar Nicola Piovani; la docufiction E poi venne il silenzio, opera di interesse culturale nazionale presentata in anteprima al Quirinale dal Presidente della Repubblica; il corto Lettera da Madras, presentato al Festival di Cannes; il docufilm Io sono nata viaggiando, un biopic su Dacia Maraini uscito al cinema in tutte le sale The Space e il film L’amore rubato con protagonista Elena Sofia Ricci, Gabriella Pession, Stefania Rocca, Alessandro Preziosi, Francesco Montanari, Antonio Catania, Chiara Mastalli, Emilio Solfrizzi, Antonello Fassari e Cecilia Dazzi.

GLI INTERPRETI

Massimiliano Davoli
att1.jpg

Massimiliano Davoli è un regista e attore italiano, diplomato in recitazione presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'amico di Roma nel 2000. Sopo il diploma lavora per anni in grandi turnè teatrali con registi come Walter Manfré, Roberto Guicciardini, Maurizio Nichetti con parti da protagonista. La sua carriera da attore si estende all'estero, recitando in spettacoli teatrali, film e Tv sia in Italia che nel Regno Unito.

Nel 2003 si trasferisce a Londra dove prende parte al film di Peter Greenaway The Tulse luper suitcases. Rimane a Londra per 3 anni dove lavora nelle fiction della BBC Caravaggio e The power of art e di MTV, Exit.

Nel 2006 gira il doc-reality ‘round the world durante un viaggio intorno al mondo di cui è anche protagonista.

Nel 2007 produce, dirige e interpreta il cortometraggio 33 secondi con il quale vince il Ciak sul Fermano Festival. Va inoltre in concorso in diversi festival internazionali tra cui il Rome Independent Film Festival, Pifan Film Festival a Seoul.

Negli anni successivi fa parte del cast della serie Squadra Antimafia mentre con Gianluca Tavarelli collabora nel film Una storia sbagliata e nella serie Il giovane Montalbano.

Nel 2011 Massimiliano lavora con uno dei più importanti registi italiani, Carlo Lizzani, nel suo ultimo film Scossa poco prima di morire. Il film è stato presentato al Festival di Venezia nel 2011.

Nel 2014 termina il road-movie A burning dream, vincitore del Pesaro Doc Fest 2015.

Fa parte del cast di Pecore in erba in concorso al Festival di Venezia 2015.

Nel 2015 gira i videoclip Io sono di Francesco Forni e Ilaria Graziano, Mal di settembre di Stefano Palmieri e Dario del gruppo “I tre che vedono il re”.

Collabora come insegnate di recitazione con la scuola Accademia Bordeaux, di cui è anche fondatore, e con la scuola di cinema Sentieri Selvaggi.

Nel 2016 dirige e interpreta il cortometraggio Giro di giostra. Il corto vince il premio Rai Cinema al Cortinametraggio Festival 2016, mentre il premio come miglior attore va a lui stesso.

Fa parte della serie Il cacciatore dei mafiosi che andrà verrà trasmessa dalla Rai il prossimo anno

E’ fondatore e direttore della scuola di recitazione Accademia Bordeaux a Roma.

Cristiana Vaccaro
att2.jpg

Cristiana Vaccaro, attrice diplomata all’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Studia con Luca Ronconi, Marisa Fabbri ,Perla Peragallo, Nicolaj Karpov del Gitis di Mosca e Jerzy Klesik dell’Ensatt di Lione.

E’ tra i soci fondatori della compagnia teatrale "Circo Bordeaux" e segue come docente il corso di recitazione presso l’Accademia Bordeaux.

Cura la direzione artistica della manifestazione "Lungo il Tevere Roma - Teatro" (edizioni 2015-2016-2017)

Al cinema interpreta il ruolo di una cortigiana per Tale of Tales di Matteo Garrone, in concorso al Festival di Cannes 2015. 

E’ Magda in Noi Siamo Francesco regia di Guendalina Zampagni.

Lavora con Aurelio Grimaldi nel film su Pier Paolo Pasolini Un mondo d’amore e nel progetto sul caso Moro Se sarà luce sarà bellissimo.

E’ Carlotta Zann nell’horror movie La casa sfuggita di Ivan Zuccon e inteprete della cattivissima moglie di Loco nel film Ovunque tu sarai di Roberto Capucci e una paziente in crisi per Malati d'amore di Claudio Cicconetti.

Tra il 2008 e 2010 partecipa come autrice e interprete della trasmissione Ho perso il Trend"con Ernesto Bassignano ed Ezio Luzi per Rai Radio Uno.

A Teatro lavora come attrice con Guglielmo Ferro, Mauro Avogadro,Luigi M.Musati, Roberto Latini, Massimiliano Bruno, Marco Maltauro, Marco Andreoli, Gabriele Pignotta ,Gianluca Riggi, Gabriele Linari, Federico Moccia e cura la regia di "Facebook in love" commedia in due atti di Francesco Di Chio, dei saggi di fine anno dell'Accademia Bordeaux e di Kent scritto da Marco Andreoli, con Valerio Di Benedetto e Matteo Quinzi.

In TV è Maddalena, la nuova tata di Un Medico in famiglia 10 e spalla comica di Lino Banfi, in onda su Rai Uno in prima serata. Interpreta anche l’Ispettore Sonzogni per La Nuova Squadra (Rai Tre) la Signora Remoli nella sit-com Colpi di sole (Rai Tre) e la wedding crasher per i Guastanozze, trasmissione degli stessi autori di Scherzi a parte (Italia Uno).

Testimonial di campagne sociali per il Ministero del Lavoro, Save the Children e Marevivo.


 

IMMAGINI DAL BACKSTAGE

im1.jpg

im2.jpg

im3.jpg

im4.png

im5.jpg

im6.jpg