Andrea Saltini - Ritual de lo Habitual. 51 opere fatali

06 febbraio 2018

Si apre il 10 febbraio presso la galleria Rizomi Art Brut di Parma (Strada Nino Bixio 50) la mostra di Andrea Saltini, Ritual de lo Habitual. 51 opere fatali, a cura di Marta Santacatterina.

La mostra prende vita da un progetto editoriale – del quale riprende il titolo, mentre il sottotitolo del libro recita 31 paesi fatali – e che al contempo segna un momento di passaggio nel lavoro di Andrea Saltini. Per la prima volta sarà possibile vedere tutte le illustrazioni originali del libro riunite insieme e realizzate con tecniche miste: qualche raro disegno su carta ma soprattutto tele, dipinte come spesso usa Saltini con bianchi gessosi, inchiostri, pigmenti puri, e tavole che lasciano trasparire, anche nelle riproduzioni stampate, le venature del legno. Queste opere sono affiancate da alcuni nuovi dipinti, tre dei quali assolutamente inediti e realizzati appositamente per la mostra, che come si è accennato sopra segnano il passaggio tra l’ultima produzione di Andrea Saltini e quella futura.

L’esposizione è realizzata da Rizomi Art Brut in collaborazione con Magnificat Ars Societas, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.
E proprio la Galleria d’Arte Rizomi Art Brut, nel quartiere Oltretorrente, luogo socialmente sensibile e denso di avvenimenti storici per la città di Parma, ospita al primo piano “l’Atelier I Cachi”. Il progetto punta anche alla valorizzazione di una zona della città come l’oltretorrente di Parma da sempre luogo di stimoli, uno spazio dedicato alla creazione pura, libera da condizionamenti. Il progetto, che vede il sostegno di Fondazione Cariparma e il contributo di “Parma, io ci sto!”, ha come mission principale l’integrazione sociale e lavorativa delle fasce deboli attraverso le potenzialità espressive. Al centro viene posta l’invenzione personale ed inedita, dare spazio e ascolto all’espressione di ogni immaginario anche il più inaspettato. Tra gli obiettivi c’è la realizzazione di un archivio digitale e fisico: ogni opera viene raccolta e studiata come testimonianza artistica. Con il tempo si delinea per ognuno una cifra stilistica personale che in certi casi potrebbe rientrare a pieno titolo nel mondo della ricerca estetica.  
Nel marzo 2018 inizierà un Workshop con residenza d’artista: Andrea Saltini, sarà invitato a lavorare in atelier per due mesi a stretto contatto con i frequentatori, per fondere e stimolare i processi creativi di ognuno. 



Andrea Saltini, Ritual de lo Habitual. 51 opere fatali
A cura di Marta Santacatterina
Rizomi Art Brut
Strada Nino Bixio 50, Parma
10 febbraio – 17 marzo 2018
Orari: da martedì a sabato ore 14.00-18.00 oppure su appuntamento (t. 339 7931250 / 347 4670645); chiuso sabato 10 marzo 2018.