SCUOLA INTERNAZIONALE DI ALTA FORMAZIONE SUGLI ALIMENTI E LA NUTRIZIONE

L’Associazione “Parma, io ci sto!” presenta con l’Università di Parma il progetto Scuola Internazionale di Alta Formazione sugli Alimenti e la Nutrizione all’interno del progetto “Food Project” di Ateneo.

Una struttura didattica di prestigio unica al mondo, specializzata nell’offerta formativa Post-Laurea a forte grado di internazionalizzazione.

La Scuola di Alta Formazione sugli Alimenti e la Nutrizione sarà un vero e proprio Hub che permetterà all’Ateneo di posizionarsi tra i principali attori internazionali attraendo non solo risorse economiche ma anche umane in questo settore così strategico per le imprese e per il territorio.

Parma, insignita dall’Unesco come “città creativa della gastronomia”, è anche ambasciatrice della Food Valley nel mondo e vuole quindi confermare le sue eccellenze anche nell’offerta culturale e formativa dei suoi giovani.

Con il contributo di un primo pool di sostenitori tra cui Barilla, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Cariparma e Unione Parmense degli Industriali è stato possibile raccogliere gran parte degli investimenti necessari a promuovere il progetto e, dopo soli due mesi, altre prestigiose imprese tra cui Consorzio del Parmigiano Reggiano, Mutti, Parmalat, Consorzio del Prosciutto di Parma, CFT, Morris Profumi e IPQ Istituto Parma Qualità si sono aggiunte per completarlo. Grazie agli importanti investimenti di queste realtà imprenditoriali è stato raggiunto l’obiettivo di 3.900 milioni di euro che si sono aggiunti ai 4.750 milioni già stanziati dall’Università.

«Non sono sorpreso nell’osservare la risposta positiva delle realtà del nostro territorio – ha sottolineato Alessandro Chiesi, Presidente di “Parma, io ci sto!” – Come l’Associazione anche le imprese del territorio ci hanno creduto per prime e scommesso. Grazie a questo progetto, infatti, avranno a disposizione un capitale umano caratterizzato da professionalità sempre più qualificate pronte per essere inserite con profitto nelle realtà aziendali e strumenti di ricerca innovativi e all’avanguardia da utilizzare per modernizzare i processi produttivi. “Food Project” con la sua Scuola di Formazione è un sogno concreto: fare di Parma e della Food Valley il centro mondiale della conoscenza e dell’innovazione nel settore agroalimentare con benefici per cittadini e imprese di tutto il paese».

«Investire in ricerca, credere nella formazione significa produrre innovazione – continua Alessandro Chiesi - l’allargamento delle dimensioni aziendali, la diffusione delle alleanze strategiche, la maggiore internazionalizzazione delle aziende, la compenetrazione tra scienze e tecnologie, tante sono le motivazioni per cui questo progetto è sicuramente da sostenere, perché un “unicum” nel suo genere che può portare vantaggi alle nostre persone, alle nostre aziende. Anche la genesi dello stesso è sicuramente un modello, un esempio che fa di Parma e del suo territorio una città da “imitare”. “Parma, io ci sto!” ha saputo guardare avanti: grazie a questo progetto, infatti, le imprese del territorio avranno a disposizione un capitale umano caratterizzato da professionalità sempre più qualificate pronte per essere inserite con profitto nelle realtà aziendali e strumenti di ricerca innovativi e all’avanguardia da utilizzare per modernizzare i processi produttivi. Inoltre, l’attenzione su questo progetto è il punto di partenza per attrarre nuovi investimenti anche da parte degli Organi di Governo locali, nazionali ed europei grazie a nuove potenziali sinergie e a quelle esistenti».

«È significativo che il primo progetto strategico di “Parma, io ci sto!” sia con l’università, che rappresenta il nostro futuro. – ha sottolineato Guido Barilla - Dalla formazione parte tutto. Solo creando nuove competenze e conoscenze la città sarà in grado di attrarre nuovi talenti e posizionarsi come capitale del cibo».

Loris Borghi – Magnifico Rettore dell'Ateneo sottolinea: «Il Food Project rappresentava uno degli obiettivi strategici all’interno del rinnovato quadro di investimenti ed iniziative che il nostro Ateneo sta portando avanti. Iniziative e progetti che sempre più dovranno confrontarsi con il sistema produttivo del nostro territorio in modo da realizzare un concreto collegamento fra il sistema universitario e il mondo dell’impresa.

Vuoi saperne di più?

Contattaci per ricevere tutti gli aggiornamenti sui progetti e sugli eventi di "Parma, io ci sto!"